L'Operazione

Quello che segue è frutto di esperienza personale e di commenti raccolti a caldo da altri pazienti che subivano lo stesso intervento il giorno stesso.
L'operazione viene definita dagli esperti come una operazione semplice. Io non mi spingo a tal punto, specie se non avete mai subito operazioni credo sia arduo associare l'aggettivo semplice ad una operazione chirurgica in una zona tanto delicata quanto importante del nostro corpo.
Mi aveva confortato il fatto che in genere si fa in Day Hospital, cioè ti operano e ti mandano via il giorno stesso. In realtà non è sempre così , alcuni ospedali ti trattengono un paio di giorni.. non scommetterei sulla reale necessità medica del ricovero... ma qui entrano in gioco valutazioni di tipo economico su cui non voglio dilungarmi.
Superata la difficile fase dell'attesa, superate le pesanti ore precedenti l'operazione, si arriva dunque di fronte al chirurgo. Prima della operazione vi avranno dato una pomata anestetica, è assolutamente indolore ...il vero anestetico ve lo faranno con siringa, possiamo paragonarla all'iniezione del dentista, con la differenza che questo anestetico ha una durata maggiore. La domanda che vi sta frullando in testa è MA QUANTO MALE FARA'? in realtà sentirete un dolorino acuto per un secondo ogni volta che vi punge , sono diverse punturine ma secondo me meno fastidiose di quelle del dentista. Direi che il "dolore" che sentirete sarà in gran parte frutto delle vostre aspettative, se iniziate a temere sin da ora il momento dell'iniezione allora amplificherete qualsiasi sensazione, andate tranquilli e vi accorgerete in maniera leggera dell'iniezione.
Qui entrano in gioco anche altri fattori, ad esempio la bravura del medico e dell'infermiera a rendere serena l'atmosfera, durante la mia operazione c'era un cd che suonava e si è parlato e scherzato per stemperare la tensione (la mia tensione...perchè ovviamente ero l'unico ad essere teso).
C'è una cosa che però vi renderà felici, il fastidio dell'iniezione sarà il primo ed unico che sentirete, fatto quello potete anche dimenticarvi di esser lì.
Dopo alcuni minuti inizia l'operazione vera e propria e voi non vi accorgerete neanche di cosa stiano facendo. Nel mio caso se volevo potevo anche guardare mentre operavano ma ho preferito guardare il soffitto, altri pazienti mi raccontavano che loro avevano osservato buona parte della propria operazione ...ognuno si regolerà a piacimento. Per una descrizione tecnica dell'operazione vi rimando al video in fondo a questo paragrafo dove uno specialista spiega chiaramente l'operazione.
La durata dell'operazione è piuttosto lunga... dal momento dell'iniezione a quando sono uscito è trascorsa quasi un ora di cui credo una mezzora di intervento. Se ci si rilassa , si ascolta la musica o ci si distrae il tempo passa velocemente..se invece rimanete in tensione tutto il tempo, pur essendo assolutamente indolore diventa stressante e non si vede l'ora di andare via.
L'intervento può esser fatto in ambulatorio o in sala chirurgica.

48 commenti:

Lors ha detto...

Forse con te hanno usato la pomata pre-anestesia....a me no e le punture sono molto fastidiose e dolorose...tu dici che è stato tutto semplice e pulito.....beato te...non tutte le persone sono uguali perciò non dire che la gente esagera o non sono vere le cose...semplicemente ringrazia che a te è andata bene...

Webmaster ha detto...

Ciao Lors, in realtà io dico che molti esagerano perchè sia io sia tutti quelli che si sono operati il mio stesso giorno, sia la maggior parte dei circoncisi che conosco, tutti sono stati concordi nel dire che si esagera...che in internet si leggono un sacco di piagnistei di ragazzi che vogliono farsi compatire..o che hanno un lontano ricordo dell'operazione e amplificano le cose.non è sicuramente il tuo caso e ammetto che a volte possa esserci un fastidio...ma succede anche dal dentista eppure non si fanno tante storie..il dolore dell'anestesia, se dolore puo' definirsi, dura 10 (DIECI) secondi e poi non si sente niente, e il 90% del dolore è frutto delle nostre aspettative. a che serve spaventare chi è già in ansia per l'operazione? comunque ammetto che la competenza sia professionale che umana del chirurgo è molto importante e che se capiti nelle mani sbagliate potrebbe essere davvero spiacevole.

Anonimo ha detto...

io sono stato circonciso un mese fa e ho 47 anni e credo che questo dato influisca sia sull'operazione che sul decorso post operatorio. Non mi hanno messo pomate solo una serie di punture sopportabilissime. Sono entrato in ospedale alle 7.30 e sono uscito alle 13. Tengo a precisare che anche io,per timore dell'intervento, ho aspettato due anni prima di trovare il coraggio che poi è venuto quando la situazione si era fatta insostenibile. Si era formata una aderenza che era salita per un cm e più sul glande. Il chirurgo prima di intervenire ha dovuto staccarla con il risultato che in quella parte è rimasta la carne viva e questo è stato il problema + grosso e che ancora oggi non è completamente risolto. Il giorno dopo a casa ho tolto la medicazione e non ho + messo garze ma solo pomata antibiotica.Pertanto fatevi coraggio e se l'intervento è necessario non perdete tempo, aspettando peggiorate solo la situazione. Se invece lo volete fare per motivi estetici.....lasciate perdere.

Anonimo ha detto...

Ciao, io sono stato circonciso il 10 luglio 2007 all'età di 15 anni per una fimosi acquisita non serrata che si è aggravata in parafimosi e varicocele. La mia urologa ha deciso di effettuare una circoncisione a stile libero, e così come ripeto sono stato operato. Di quel giorno ricordo di essere entrato in sala operatoria alle 10 e di essere uscito verso le 12. L'anestesia che mi ha dato lo staff (tutto femminile e questo mi ha creato grande imbarazzo) era locale, mi hanno fatto 1 puntura alla base del pene, poi è iniziato l'intervento. Per prima cosa mi hanno operato ai testicoli per risolvere il varicocele dopo mi hanno circonciso. L'intervento è andato tutto ok. A distanza di quasi 1 anno non ho avuto più complicanze. 1 grazie va all'urologa e allo staff che mi ha operato e mi ha fatto prendere coraggio perchè avevo molta paura dell'intervento. Anche in sala operatoria sono state di grande aiuto

AnonimoRosso ha detto...

posso andare da uno specialista per la visita, ma per operarmi devo per forza andare in ospedale?

Saggione ha detto...

ciao, alcuni specialisti privati operano in cliniche private, altri operano intramaenia in ospedali pubblici (cioè ti operano loro utilizzando strutture pubbliche) in entrambi i casi pagherai lo specialista privato per l'operazione e il costo è in genere è ben sopra i 1000 euro. Se invece ti operi in un ospedale pubblico paghi solo il ticket ma i tempi di attesa superano i 2 mesi in alcuni casi.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, ho 55 anni, intervento effettuato nel lontano 1953. Avete capito bene, 55 anni fa. Cioè alla nascita. Naturalmente non ricordo nulla. Da ragazzino, qualche problemino sulla diversità del mio pis... rispetto a quello degli altri ragazzi, avete presente "chi non piscia in compagnia o è un ladro o è una spia"? Oggi sono enormemente felice che i miei genitori decisero di farmi circoncidere. Mi pento molto di non aver preso la stessa decisione per mio figlio, oggi 27enne. Comunque, sono d'accordo con quelli che dicono che è molto più igienico. P.S. Dimenticavo, sono nato in U.S.A. Cordiali saluti a tutti.
MammaGoose

Anonimo ha detto...

salve a tutti, sono stato circonciso ieri mattina, avevo il prepuzio che con il pene in erezione non ne voleva sapere di scoprire il glande, dovevo eventualmente essere io manualmente a farlo ma questo comportava un forte dolore dovuto al prepuzio troppo stretto, cosi mi sono deciso,e a 36 anni e dopo una vita sessuale non troppo felice,ho fatto il grande passo,dopo un uperazione durata 25-30 minuti con anestesia locale(non si sente assolutamente niente),il chirurgo mi ha dato una pomata antibiotica da mettere sulla ferita e acqua ossigenata per disinfettare, ora il mio pene e' molto gonfio specialmente nella parte sinistra, e ho molta sensibilita nella parte superiore del glande che ora e' scoperto, il quale a contatto con gli slip o la garza mi fa molto male, vorrei sapere fino a quando il mio glande rimarra' cosi sensibile al contatto e infine quando passera' il gonfiore, se c'e' qualcuno che puo' rispondermi gliene saro' grato,cordiali saluti.

Rockfenner ha detto...

per anonimo 36enne, il gonfiore passa dopo alcuni giorni, non c'è un tempo preciso, la sensibilità e il fastidio post intervento invece varia tantissimo da persona a persona, c'è chi è tranquillo dopo 3 giorni e chi dopo 7.

Anonimo ha detto...

Ma.... la puntura anestetica di preciso dove la fanno?
Sul prepuzio... o sul glande!?
Dimmelo! ;(

CocoPaulisko ha detto...

sono una serie di minipunturine le fanno alla base del pene e vicino al frenulo. impressionante a dirsi ma una volta fatto ci riderai sopra.

Steff ha detto...

ciao a tutti, sono stato circonciso (parziale) meno di tre ore fa, a causa di una fimosi non serrata legata ad una forte ipersensibilità del glande.
Quasi tutto come da descrizione, ma durante l'intervento la sensazione del tatto è rimasta, anche e sopratutto sul glande che mi faceva scattare un'imprecazione ogni volta che il chirurgo lo sfiorava (ho deciso di non guardare l'operazione e quindi non potevo barare!). Però atmosfera tranquilla e infermiera spiritosa.

Circa un'ora dopo l'intervento, prima di tornare a casa, ho notato facendo pipì che usciva anche qualche goccia di sangue: l'infermiera che mi ha accompagnato per sbendarmi mi ha fatto notare la semi-erezione involontaria e ha richiamato il chirurgo che, riaccompagnandomi in sala, ha rimesso un punto che era saltato.

Insomma, non proprio un bell'inizio, ma temo che il peggio debba ancora arrivare, in quanto mi spaventa la forte sensibilità del glande che mi ha sempre causato enormi problemi.
Per le erezioni (subito dopo il fattaccio) mi ha prescritto una pastiglia, che causa sonnolenza ma che dovrebbe azzoppare per un po la virilità.

lunedì ho la prima visita di controllo, un ringraziamento agli ideatori del blog, che mi ha accompagnato durante questo periodo incerto.

Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti. Ho letto alcuni interventi di questo blog qualche mese fa, quando ho saputo, dopo visita urologica, di dovermi sottoporre ad intervento di circoncisione. Confermo buona parte di quello che già è stato detto riguardo alla preparazione, che per me ha compreso la decisione di sottopormi alla visita ed infine quella dell'intervento.
Sono stato operato oggi, poche ore fa. Ho alcune difficoltà con la medicazione, ma mi hanno detto di applicare solo una pomata (betadine credo) e coprire con garza. Una cosa che nn mi convince è la seguente: mi è stato detto di mantenere la ferita coperta (credo sia rimasta una parte del prepuzio o che comunque il glande resti parzialmente coperto). Ma allora mi è stata fatta una circoncisione parziale?
Ah, per quanto riguarda l'anestesia locale ho sentito solo la prima, poi solo un lieve pizzicore (sopportabile)
A chi dovesse sottoporsi a questo intervento (per ragioni diverse) consiglio di cuore di affrontarlo senza timori. Certo ci vorrà attenzione nei giorni successivi all'intervento, ma i medici e infermieri spiegano bene tutti i passaggi da seguire.
Chiedo scusa se mi sono dilungato un po' troppo, riconosco che la sintesi non è un mio dono.
Ringrazio le persone che hanno ideato e curano questo blog, che mi sembra davvero ben fatto e pieno di informazioni utili
p.s. se qualcuno avesse qualche consiglio da darmi, o anche qualche piccolo "incoraggiamento" per la guarigione, gli sarò grato

Davvero grazie

Anonimo ha detto...

Ciao a chiunque stia leggendo...sono stato operato esattamente tre giorni fa..una circoncisione completa, dopo 38 anni passati a non scoprire mai il glande.
L'anestesia è davvero la parte più fastidiosa, ma si è risotta per me a sentire la prima puntura ed il primissimo liquido anestetico che entrava...l'effetto è immediato.
Davvero..non fatevi impressionare...l'operazione è una passeggiata. Io ho anche rischiato di addormentarmi durante l'intervento....
L'unica cosa che mi è rimasta, e che avevo anche prima, è un'eccessiva sensibilità sul glande...c'era anche prima, nei rari momenti in cui riuscivo a scoprirlo..anche ora il solo contatto con la carta igienica dopo la minzione mi dà fastidio. Spero si attenui tutto al più presto, ma inutile dire che il giorno dopo ero già al lavoro (in un ufficio) senza problemi.
Fantastico l'ospedale dove ho fatto l'intervento: mi hanno dotato di tutto: letto per la preparazione ed il post-operatorio, pranzo e medicine da portare a casa. Sono entrato alla mattina, poco prima delle 8 e alle 13 ero già in piedi ad attendere l'arrivo del chirurgo per le dimissioni.
Ho visto che qualcuno chiedeva dove vengono fatte le iniezioni...ovviamente alla base del pene.

Anonimo ha detto...

Io sono stato operato ieri mattina, ho 16 anni, ma questo problema ce l'ho da sempre, ma ho sempre rimandato l'intervento...poi però avevo già deciso di farlo quest'estate.

Mi ha dato un pò fastidio l'anestesia, ma poi a quanto pare vedendomi teso mi hanno dato del valium e mi sono svegliato direttamente sul lettino della stanza con mio padre...sinceramente non ero teso, anzi i chirurghi erano simpatici.

Dopo un pò ho sentito il bisogno di urinare ma i dottori erano occupati, ho resistito il più possibile poi mi ha portato mio padre...complice il fatto che mi ero alzato subito più l'improvvisa visione della ferita dopo aver urinato sono collassato.

Ora mi faccio medicare sempre da mio padre xk il glande è molto sensibile, e fa un pò male a contatto con la garza...fra una settimana ho la visita di controllo...spero passi il tutto...

Anonimo ha detto...

ciao ragazzi. non ci crederete ma una settimana fa, ho subito un intervento di circoncisione alla bella età di 53 anni...
l'unico dolore vero è l'anestesia costituita da tre iniezioni alla base del pene.
vorrei rincuorare chi ha paura dell'operazione che è veramente semplicissima e priva di dolore.
per quanto riguarda la doccia (alla quale non saprei rinunciare) ho trovato un espediente che funziona: avvolgo il nostro amico in una pellicola domopak o simili e faccio tranquillamente la doccia, doèo di che mi asciugo e "scarto" il nostro amico.
ciao a tutti
gypsyre

Anonimo ha detto...

Salve, visto che ho sbirciato parecchio questo sito prima dell'operazione mi sento in dovere di dare il contributo. Innanzi tutto grazie per quello ha avete fatto qui: spesso il primo scoglio è proprio quello di informarsi e di non farsi intimorire da dicerie o cose del genere.

Mi sono operato per frenulo breve e fimosi non serrata circa 5 giorni fa, all'età di 22 anni. Ho scelto un chirurgo che mi avevano consigliato in molti, che avevo già conosciuto in un'altra occasione, mi ha operato in una clinica privata convenzionata con la mia assicurazione, per cui costo zero. Dal momento della prima visita all'intervento sono passati 7 giorni. E' importante che vi affidiate a qualcuno di fiducia, che vi inspira fiducia e che sia serio. Anche se andate in un ospedale pubblico (qui in Toscana, sono molto buoni, solo che mi avevano dato 2 mesi di attesa) non vi accontentate se non vi sentite a vostro agio.

L'operazione è andata molto bene, pochissimo fastidio per l'anestesia e dolore veramente inesistente. Certo vederlo gonfio e pieno di punti dopo l'intervento fa impressione e, durante la notte, le erezioni spontanee provocano un certo dolore i primi giorni, ma poi danno solo un certo fastidio.

Fin da subito mi hanno detto che potevo farmi la doccia normalmente, leggo che alcuni non possono ed immagino derivi dal tipo di punti utilizzati.

E' un'operazione molto semplice e se eseguita correttamente e con i giusti trattamenti post operatori (disinfettante e gentamicina, due volte al giorno) si risolve molto in fretta. Già adesso sento meno sensibilità al glande, ovviamente non ho fastidi nella minzione, e già del secondo giorno camminavo normalmente e tranne alcuni pruriti ed il fastidio di avere il glande scoperto va tutto a meraviglia.

Ancora grazie mille a tutti voi.
N

Anonimo ha detto...

CIAO A TUTTI !
GRAZIE PER IL CORAGGIO CHE MI AVETE DATO !
SONO STATO CIRCONCISO TRE GIORNI OR SONO PER UNA IMPROVVISA FIMOSI SERRATA CHE MI IMPEDIVA DI CONTINUARE UNA BUONA ATTIVITà SESSUALE,HO 67 ANNI.LE PUNTURE DELL'ANESTESIA SI SENTONO APPENA,MOLTO MENO DI QUELLE DEL DENTISTA,POI MI SONO ADDORMENTATO ANCHE SE MI AVEVANO FATTO SOLO UNA PARZIALE.MI SONO SVEGLIATO APPENA ERA TUTTO TERMINATO,QUINDI MI HANNO DATO PRANZO (ERANO LE 15 ED ERO DIGIUNO)E MANDATO A CASA.MI E' RIMASTO UN LEGGERO BRUCIORE,MA QUELLO CHE MI INFASTIDISCE MOLTO è LA SENSIBILITà DEL GLANDE CHE SPERO PASSI PRESTO.

Anonimo ha detto...

Ciao Ragazzi, sono stato circonciso ieri mattina e vorrei lasciarvi la mia esperienza: L'operazione non ho sentito niente perchè prima mi hanno spalmato una pomata anestetizzante, poi quando sono entrato in sala operatoria mi hanno mandato nel mondo dei sogni.. Riguardo al post operatorio ho sentito un pò di dolore non appena mi sono svegliato dall'anestesia e per le ore successive ma la sera quando sono tornato a casa non sentivo più nulla a parte qualche pizzico ogni tanto.. Invece la prima urina che ho fatto, devo dire la verità, pensavo fosse dolorosa e invece non ho sentito Niente.. Ora la cosa che mi da più fastidio è pensare a quei punti sul mio "gioiello" che mi danno un pò nausea...

Anonimo ha detto...

Ho 19 anni e sono stato circonciso 4 giorni fa per una parafimosi. Già 2 anni fa avevo subito un intervento chirurgico, per l'esattezza una frenulectomia. Mi avevano asportato il frenulo che si stava lacerando perchè era troppo corto (l'ho sentito tirare durante un rapporto sessuale) però non mi avevano circonciso. Poi una settimana fa ho avuto un improvvisa parafimosi, sono corso al pronto soccorso e 2 giorni dopo mi hanno operato quasi d'urgenza. Mi hanno fatto una circoncisione a stile teso. Il post operatorio sta andando tutto bene, soffro un pà le erezioni e mi brucia parecchio il glande perchè è ancora abbastanza sensibile. Anche perchè nonostante non avessi più il frenulo, il glande era coperto tutto in stato flaccido.
L'operazione è stata indolore, ho sentito male solo quando mi hanno fatto le classiche punture. Operato in anestesia locale, sono stato in sala operatoria 30 minuti circa.
Come già letto su questo sito e su altri forum, anche io sono uno di quelli circoncisi da chirurgo donna e mi sono trovato molto bene. Il clima era scherzoso e non avevo per niente timidezza.
L'unica cosa che non capisco è che il chirurgo mi ha detto che mi ha applicato dei punti non riassorbibili che mi dovrà togliere fra 3 settimane. Quelli li li ha applicati nella zona dove già mi avevano tolto il frenulo.
Ha detto che è stata obbligata perchè il frenulo non lo avevano tagliato bene, cioè c'erano ancora 1 paio di millimetri che lei ha asportato.
Spero che questo sia l'intervento definitivo.

Anonimo ha detto...

salve a tutti io ho lo stesso problema di tutti voi, devo essere circonciso, ma seccondo chi ha fatto l'intervento e' meglio il bisturi o laser, che differenza c'é°.

Anonimo ha detto...

Fatto intervento l'altro ieri. La parte peggiore alla fine e` stata solo l'attesa snervante. Prima di portarmi in sala mi hanno fatto mettere una piacevole crema anestetica sul glande per cui alla fine le famigerate punturine le ho sentite poco e niente. Lievemente piu` dolorose le 2 che vengono fatte all'inizio alla base del pene, ma comunque nulla di enorme(personalmente mi ha dato piu` fastidio il solito pasticcio che hanno combinato con la vena del braccio x la flebo tant'e` che alla fine me l'hanno dovuta infilare alla mano che -sorprendentemente- ho trovato MOLTO meno dolorosa). Inoltre siccome gli ho detto che ero agitato e tremavo come una foglia, mi hanno anche messo qualcosa nella flebo per cui sebbene sveglio ero parecchio annebbiato.
Tutta la cosa sara` durata un quarto d'ora e non ho nemmeno finito di chiaccherare con l'anestesista che gia` il chirurgo stava finendo.
All'uscita assolutamente ZERO sensazioni, tra anestetici e ghiaccio e` rimasto totalmente addormentato per tutto il giorno, tant'e` che il problema piu` grave e` stata la "fatica" per urinare, era diventato un mattone inerte! Inoltre era protetto in un rassicurante strato di garza rigida che lasciava fuori appena appena la punta per la pipi`.
Sono tornato a casa tranquillissimo ed ho passato anche una decente notte senza particolari pizzichi o bruciori. Un consiglio che posso dare a tutti e` di premunirsi di 3 pacchi di "finto ghiaccio", e` tipo una sacca di gel che si tiene in freezer e si puo` riutilizzare all'infinito, oltre che di una bella scorta di garzine e "scotch".
Tirando le somme per quanto riguarda strettamente il giorno dell'intervento, la cosa piu` brutta e` stata soltanto la paura.

Anonimo ha detto...

Io mi opero domani. Anche io per oltre trent'anni non ho voluto affrontare il "problema". Mi sono detto: tanto riesci comunque a farlo, tanto hai gia' due figli, tanto tua moglie ti vuole bene lo stesso. Da quasi due anni ricordo solo un paio di settimane che non abbia avuto disturbi (peggiorati dal fatto che ho il diabete). Alla fine un mio amico urologo mi ha convinto. Se dicessi che non ho paura, direi una bugia... ma devo ringraziare tutti quelli che hanno lasciato un post su questo blog: i Vostri consigli e la Vostra esperienza gia' sento che mi aiuteranno domani.

Anonimo ha detto...

Ciao. Ho 36 anni e sono stato operato per una fimosi serrata. ho fatto le analisi una settimana fa. ieri la consulenza e stamattina l'operazione. sono arrivato alle 8 e ho dovuto aspettare 4 ore prima di entrare in sala operatoria. poi finita l'attesa è iniziata l'operazione. mi hanno fatto 5 punture sul pene che mi hanno provocato un leggero dolorino ma sopportabilissimo. poi 15 minuti circa di operazione ed è tutto finito. sono rimasto in ospedale un paio d'ore e poi via a casa. il medico mi ha mandato a casa e mi ha detto di ritornare sabato per controllare la medicazione. non mi ha dato nulla nel frattempo (ne creme ne antibiotici) è normale? comunque a parte un leggero fastidio non sento dolore. (nemmeno quando urino) naturalmente è un po ingrossato. in sala operatoria sono stati tutti molto gentili e l'operazione si è svolta tra una battuta e un altra.

fr ha detto...

Salve a tutti. Innanzitutto trovo questo blog importantissimo per tutti quelli che, come me, hanno rinviato per troppi anni il problema.Io sono stato operato tre giorni fa'. A parte una piccolissima complicazione (uno dei punti non aveva retto, anche a causa del fatto che ho il diabete e sono microcitemico, quindi il mio sangue purtroppo coagula piu' lentamente) va tutto abbastanza bene.
Mi hanno tenuto in osservazione per una notte, ma, anche grazie all'applicazione di ghiaccio sulla ferita per due giorni, a parte il gonfiore (che grazie a questo blog e al mio amico chirurgo so che e' del tutto naturale e che scomparira' presto) devo dire che sono sorpreso di come tutto sembra piu' sopportabile.
A chi aveva lo stesso mio problema: fatevi coraggio e risolvetelo il prima possibile.

Anonimo ha detto...

ciao a tutti!! io sono stato operato 10 giorni fa e ho ancora gonfiore dove ci sono i punti...in erezione fa male è normale?

Anonimo ha detto...

Non sapevo nemmeno quale problema avessi poi google mi ha indirizzato su questo utilissimo e fantastico blog. Ho capito che questo problema si chiama Fimosi (la mia credo che sia parziale perchè a riposo riesco a scoprire completamente il glande sia pur con un lievissimo dolore mentre in erezione è impossibile) e che l'intervento è una passeggiata e indolore. Avrei alcune domande da porgervi : Ci sono limitazioni o accortezze per il futuro (dopo mesi) per l'attività sessuale ? Per potermi far operare ho deciso di rivolgermi ad una struttura pubblica (non avendo i 1000 Euro di cui si è parlato) e siccome pare che si possa aspettare anche 2 mesi, verso quali complicazioni potrei andar incontro durante l'attesa (premetto che mi sono accorto del problema già da un mese) ?

ciukko ha detto...

ciao a tutti ho fatto l operazione di circoncisione 6 gg fa x fimosi serrata....ho 20 anni..operazione tutto bene un po di fastidi vari ma tutto normale...l unico mio problema e l ipersensibilita del glande che mi sta dando molti problemi...e da 2 gg che nn lo fascio piu e mi viene veramente difficile camminare...solo il fatto di toccarlo con le dita x lavarmi mi fa saltare...e il problema piu grosso e che fra 1 sett devo partire in vacanza che o gia prenotato da 2 mesi...ma mi chiedo cm faro a partire con questo problema che e l unico che permane dopo l operazione...non ce un modo x risolvere questo problema nn vorrei andare e stare una settimana sdraiato in albergo dal dolore....attendo risp grazie a tutti..

sara ha detto...

Buongiorno e grazie per aver condiviso le vostre esperienze!
Mio marito dovrà sottoporsi a questo intervento nelle prossime settimane ed ora abbiamo le idee un attimo più chiare... soprattutto sotto il profilo del "dolore" e del periodo post operatorio!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti! Ho 22 anni e sono appena stato circonciso e mi trovo ora nelle prime ore post-dimissione. L'operazione è stata effettuata in regime di day-surgery in ambulatorio protetto presso l'ospedale di Peschiera del Garda (vicino a Verona). Ho dovuto fare l'operazione perché durante i rapporti sessuali provavo molto fastidio e non riuscivo più a scoprire completamente il glande. La diagnosi è stata di frenulo breve con presenza di cingolo subfimotico. La scelta della circoncisione è stata difficile perché è un intervento che spaventa molto visto che va a modificare permanentemente una parte così sensibile e a cui sei abituato in una certa maniera da tutta la vita. Prima della terapia chirurgica lo specialista urologo mi ha consigliato un trattamento a base di Gentalyn beta e lavaggio con detergente Fisian, che però pur avendo alleviato la sintomatologia non ha risolto il problema. Nel giro di poco ho quindi deciso di sottopormi all'intervento di circoncisione e frenulotomia. L'intervento è stato veloce, molto rispetto all'attesa. Fra preparazione, intervento e controllo post-operazione sono passate appena 2 ore. Sono tornato a casa con le mie gambe senza alcun problema di dolori o simili. Durante l'intervento avvenuto in anestesia locale non ho sentito dolore, ho solo avvertito la sensazione di qualcosa che passava attorno al pene e sentivo le mani del chirurgo e dell'infermiera. Posso dire che avendo fatto un tatuaggio di buone dimensioni sulla schiena ha fatto molto ma molto più male quello. Certo l'impatto psicologico di vedere il pene ingabbiato fra le garze e un po' sanguinolento è forte, ma fra appena un giorno devo tornare e me lo liberano. Poi mi hanno detto che dovrò applicare gentalyn 2 volte al giorno per 10 giorni e lavare con un detergente alla clorexidina. Spero che nei prossimi giorni vada tutto bene! Vi ringrazio di cuore per questo blog e per i vostri commenti che mi hanno spinto a decidere e a risolvere le mie indecisioni!

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, mi chiamo Roberto e ho 20 anni. Sono stato circonciso tre giorni fa di alle 10 e alle 17 ero già a casa. La sera stessa avevo il pene gonfissimo e sanguinava parecchio..panico..ma nonostante ciò sono riuscito a dormire. Il giorno dopo il mio pene era completamente tumefatto e dolorante. Oggi ho avuto la visita di controllo, non vi dico il male che ho provato quando il medico mi ha stretto il pene per vedere i punti. Ora assumo antibiotico (bacttrim) e la pomata betadine...spero in un miglioramento vicino perché sto passando dei giorni bruttissimi....a tutti i ragazzi che hanno paura di parlarne con i propri genitori..ragazzi FATELO, io ho sempre stupidamente rimandato per paura di essere giudicato..mentre invece sto scoprendo un grande sostegno da parte loro...a presto ragazzi!!

Marco ha detto...

Io ho 17 anni e mi hanno operato ieri in ANESTESIA TOTALE, percui non ho sentito assolutamente nulla.. quando mi sono svegliato ho sofferto un po perchè mi riusciva difficile orinare, una volta che ci riuscito basta, neanche un dolore, solo qualche fastidio perche la garza faceva dei piccoli movimenti.
Oggi l'urologo mi ha detto di medicarlo e scoprirlo dalle bende e di mantenere una buona igiene quindi pulirlo almeno 2 volte al giorno e applicare una crema che mi ha dato.
Ribadisco che fin ora non ho sentito alcuno dolore ma solo qualche lieve e ovvio fastidio.
Esteticamente l'asta del pene è un po gonfia e violacea, il glande invece è leggermente giallino ma tutto dovrebbe passare in una o due settimane.
Visita di controllo tra 7 giorni.

Marco.

Anonimo ha detto...

Venerdi mattina anche io mi sottoporrò ad intervento di circoncisione. Solo oggi mi son deciso a leggere un po in giro pareri e commenti di chi prima di me è stato sottoposto a medesima operazione, prima di oggi avevo paura di venir condizionato in negativo. Di interventi ne ho subito altri, ben pù seri e rischiosi ma non vi nascondo che questo mi turba.
per prima cosa nelle esperienze passate in cui mi è stata applicata anestesia locale ho sempre sofferto questa fase ben più dell'intervento in se o della "riabilitazione". Pensare che mi verrà fatta alla base del glande mi mette i brividi ma spero davvero che sia come dite voi, che il dolore dopo la prima puntura vada scemando. Vi aggiornerò dopo l'operazione, ormai manca veramente poco.

Anonimo ha detto...

dopo aver letto molti commenti su questo blog voglio lasciare la mia esperienza;
ho 16 e 2 giorni fa mi sono finalmente operato dopo che mi avevano deciso di non operarmi la 1° volta perchè ero troppo agitato , questa volta invece mi avevano dato una cremina anestetica "EMLA" da mettere 1 ora prima dell'operazione e con ciò non ho sentito nulla a parte piccole punturine per l'anestesia che durano pochi secondi l'una e sono + o - 6. L' operazione è durata 50.
per rilassarmi ho potuto ascoltare la musica del cell. per il post operazione il dolore l'ho sentito solo durante il sonno che mi sono svegliato 3 volte e ho dovuto metterci il ghiaccio per 10 min ciascuna volta. per l' estetica è un po deforme perchè si è gonfiato.
quindi vorrei dire a tutti quelli che hanno paura di affrontare l'
operazione di non avere paura di nulla perchè è comunque meglio soffrire un po ma poter fare sesso come si deve e senza alcun dolore e comunque l'operazione prima o poi bisogna farla e si riceve solo benefici.

Anonimo ha detto...

Sono stato operato nel maggio 2011, non riuscivo più ad avere rapporti sessuali. operato in day-hospital, anestesia locale (diverse punturine sul pene, non troppo dolorose ma fastidiose) e un calmante che mi ha lasciato sveglio ma "intorpidito". lo stesso per i punti, un po' di dolore l'ho avvertito, ma niente di insopportabile. tornato in stanza è stato brutto urinare la prima volta, causa perdita di sangue e compressiva da parte di medico e infermiere (ho sudato freddo dal dolore). nel pomeriggio mi hanno dimesso. il recupero è anche qui fastidioso, bisogna seguire le indicazioni che ti danno (pene verso l'alto, disinfettare ecc...), fastidiose le erezioni notturne da cercare di calmare... i punti tiravano e ho dormito poco nelle prime notti. piano piano tutto si affievolisce, anche la maggiore sensibilità del glande sullo slip. ci vuole tempo e pazienza. i punti si riassorbono in 30/40 gg. io non ho avuto complicanze, ma un ragazzo che l'ha fatta con me, gli si sono aperti i punti ed è stato più difficoltoso il recupero (per un giorno ha messo pure il catetere). ho recuperato la piena funzionalità, cioè senza fastidi/sensibilità strana, dopo due mesi abbondanti, quando ho avuto il primo rapporto post-circoncisione. da quel punto di vista si sente un po' meno, leggermente, il glande è meno umidificato (per forza di cose) e un aiuto (lubrificanti o la vostra lei/lui) e fila tutto liscio. ah, durerete mooolto di più. in sostanza, io ho riscontrato solo benefici oltre a una migliore igiene personale. è una parte delicata e non è bello farsi operare, ma dopo un po' di sofferenza, vedrete che starete certamente meglio. per chi fosse intimorito dal dirlo ai genitori, sappiate che va tutto a vostro vantaggio, è una cosa normalissima... un po' di coraggio e vedrete che risolverete il vostro problema. il blog mi è stato utile e ho voluto dire la mia. in bocca al lupo e NIENTE PAURA!!

Anonimo ha detto...

Salve... la mia domanda è semplice: E' un intervento a pagamento?

Anonimo ha detto...

Perdonate la mia ignoranza(sono una femminuccia):a cosa sono soggette le persone non circoncise?E quali benefici trarrebbero da una eventuale operazione? Il mio ragazzo non ha il frenulo ma non è circonciso per una questione religiosa.Grazie in anticipo

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, volevo raccontarmi la mia esperienza, ho 24 anni e circa 2 anni fà ho deciso di farmi operare perchè avevo tantissime difficoltà nei rapporti. Sono andato a fare una visita dall'urologo che mi ha consigliato di procedere con una frenulo plastica, e poi se ce n'è fosse stato bisogno, con una circoncisione.... Inutile dire che la ritenevo una pessima idea, quasi un litigio in ospedale di fronte all'evidenza del fatto che mi occorreva una circoncisione, ma niente, non potevo obbligarla, segue la sua idea, mi operano al frenulo, passa tutto il travaglio ma non avevo risolto nulla. Superincazzato, faccio passare più di anno, per vari motivi, e ritorno, in un altro ospedale dove mi dicono che dovrò sottopormi ad una circoncisione. Cinque giorni fà sono stato circonciso. L'operazione è stata un successo, ho solo sentito un poco l'anestesia, poichè mi è stata somministrata una pomata analgesica, in sala operatoria si rideva e si scherzava, c'era la radio, era proprio un ambiente rilassante.... Solo qualche problema con il bisturi elettrico che non voleva funzionare. esco dalla sala e non sento ancora niente, mi mettono del ghiaccio e mi fanno mangiare. Dopo aver fatto pipi (nano ho sentito alcun bruciore) e rifatta la medicazione per spiegarmi come farla, mi mandano a casa. Il post-operatorio sta andando benissimo medicazione e antibiotico tre volte al giorno. La sensibilità c'è, ma è un leggerissimo fastidio (vi dico che è più fastidiosa la ricrescita dei peli ed il prurito), il gonfiore èormai totalmente scomparso. L'unico intoppo è il doversi lavare a pezzi per non bagnare la ferita, ma dopodomani potrò affari una bella doccia completa. Ho solo due rimpianti, aver fatto quella inutile frenulo plastica e non essermi operato prima, pensando "poi si sitemerà". Se ci saranno novità vi terrò aggiornati!!!

Anonimo ha detto...

ciao ho 25 anni e dovrei essere operato domani
non ho paura dell'operazione, ho una fimosa non serrata riesco a scoprire il glande facilmente a pene flaccido mentre in erezione è impossibile mi si strozzerebbe.. l'unico dubbio che ho è sul fatto di averlo sempre scoperto anche a riposo, dite che avendo una fimosi non grave verrò circonciso completamente o solo parzialmente?? non discuto la maggiore igiene ma mi darebbe un po noia averlo sempre scoperto non avendolo poi di dimensioni eccelse diciamo così.. voi cosa ne pensate? grazie a tutti per questo utilissimo blog

Anonimo ha detto...

ho 15 anni e ho la fimosi, devo operarmi (NON SO ANCORA QUANDO) E HO FIFA BOIA delle siringhe. non credo di avere il coraggio di fare l'operazione

Alfaziz ha detto...

Stai tranquillo ragazzo, non c'è ragione di aver paura. Se vuoi un consigio per l'anestesia scegli la spinale. Non sentirai niente, nè la puntura dell'anestesia nè l'operazione. Dopo un paio d'ore puoi andare a casa tranquillamente senza dolori e pensando"che scemo che son stato a cagarmi addosso". Questo è frutto della mia esperienza. Vai tranquillo. Anche il post intervento è ok. In bocca al lupo.

emily ha detto...

ciao, sono stato operato dieci giorni fa, e purtroppo l' anesesia non ha fatto proprio molto effetto, anche il medico ne era sorpreso, ne ha fatto due siringhe, e l' intervento non è una cosa proprio da ricordare.
Uscito dalla sala operatoria ho pensato che se l' operazione è stata dolorosa chissà cosa sentiro dopo, ebbene, da dopo un' ora dall' operazione ad oggi non ho avuto il ben che minimo dolore,un po di gonfiore e nientaltro zero, solo il fastidio del glande che strofinava sulle mutande, e sono contento di aver fatto questa scelta, ora aspetto di perdere i punti e poi vedremo, e bisogns dire che ogni caso è diverso , l' importante è prendere coraggio e fare il passo, io ho 47 anni ciao a tutti

Anonimo ha detto...

ciao, sono stato operato da 16 giorni e tutto procede molto bene. nei primi due giorni ho usato del ghiaccio. Mattino e sera disinfetto con del ''batadine'', i punti si stanno assorbendo e e la ferita si cicatrizza ! ho 61 anni e da 2 soffrivo di fimosi serrata acquisita a 59. posso affermare che la semplicità dell'operazione è indolore. unico neo,se lo posso dire, è che al mattino mi sveglio sempre con un pò di dolore per l'erezione... (i punti rimasti tirano un p)devo far passare alcunu giori ancora.. per il sesso.. ma sinceramente non ne posso più !! (il contributo che voglio dare? RAGAZZI,NON PERDETE TEMPO A FARE QUSTO PASSO...LA FIMOSI E UNA SOFFERENZA CHE VA ELIMINATA al piu presto !(il dopo è come rinascere )

Smauren ha detto...

Ciao a tutti. Cominciamo col dire che la mioa fimosiè nata e peggiorata in maniera estremamente veloce grazie ad una psoriasi; a quanto pare questo è uno degli effetti collaterali. Operatodue giorni fa ora mi ritrovo con il pene molto gonfio e ipersensibile. Piccole perdite di sangue e un bruciore sopportabile ma che rompe.
L'operazione andava fatta ma vi assicuro che le iniezioni anestetiche le ho sentite e siccome ero teso alla flebo hanno aggiunto un calmante che mi ha fatto dormire per tutta l'operazione. Insomma, vi terrò informati su come procede la cosa. Complimenti per il blog.

Anonimo ha detto...

Buona sera innanzi tutto complimenti ad ognuno di voi, x aver affrontato con coraggio un intervento, è veramente una bella cosa quella di raccontare la propria esperienza al fine di tranquillizzare e far vivere questo percorso nel miglior modo possibile. Vorrei raccontarvi la mia storia nella maniera più onesta e sincera possibile: ho da sempre una gran paura di aprirmi il pene, ed effettuare un igiene accurata. Ogni qual volta che provo a toccarlo, avverto un fastidio enorme x la grande sensibilità e non sono mai riuscito a sconfiggere questa strana mia paura che non mi fa vivere come desidererei. Ad essere sincero, fino a qualke anno fa non avendo trovato un nesso logico al problema pensavo di non essere "normale," perkè una cosa di questo genere non fa parte della normale vita quotidiana, ed esprimendolo sarei stato additato come "anomalo". Successivamente ho scoperto che in tenerissima età, la pediatra mi tiró talmente forte il pene ke uscì sangue e strillai dal dolore. I partikolari appena descritti mi sono stati riferiti, non ricordo nulla di quell'evento e tirando le somme credo ke nel mio inconscio sia rimasto il trauma. Ho 20 anni e il mio pene in erezione non esce del tutto è appurato ke ho una lieve fimosi acquisita secondo voi come devo comportarmi? Devo xforza operarmi, oppure c'è ancora speranza di non essere operato? In attesa di una vostra risposta vi porgo cordiali saluti.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti,
sono stato circonciso circa 4 ore fa e ho avvertito in regime di anestesia locale; devo ancora capire per quale motivo il tranquillante somministratomi abbia agito da "anestesia locale": mi sono risvegliato infatti ben dopo il termine dell'operazione. Allo stato attuale confermi la limitatezza del dolore post-operatorio, e anche la relativa
facilità con cui sono riuscito a urinare. Non si notano ingrossamenti o ematomi evidenti.

Anonimo ha detto...

Ma solo a me hanno dato un sedativo per nn sentire le punture dell anestesia. Io ero cosciente per tutto l'intervento e scerzavo con i dottori mentre operavano. La mia operazione è durata 25 min. Sn passati solo 3 giorni ma nn ho disturdi apparte le erezioni impovvise. Nn vedo l'ora ke tutto torni normale

Nicola ha detto...

Io dovrei operarmi... Ho 21 anni e la fimosi ce l'ho da sempre... Solo che i miei credo non sappiano nulla... Volevo sapere se ha un costo fare l'operazione? Passo prima dal medico di base? O vado direttamente in ospedale? Attendo risposte e consigli
Grazie